Mappa della Radio Propagazione

L’immagine seguente è una recente mappa in alta risoluzione del MUF (Maximum Usable Frequencies, Massimo delle Frequenze Usabili) per percorsi di segnali radio da 3.000 chilometri.
È anche un’esposizione dell’ubicazione corrente degli ovali delle aurore boreali/australi, del terminatore dell’alba e del tramonto “GrayLine” e delle regioni del mondo dove il Sole è 12 gradi sotto l’orizzonte (crepuscolo nautico, il quale indica il corridoio evidenziato in grigio dove la propagazione delle HF di solito è migliore).

Istruzioni su come usare questa mappa seguono sotto.

Questa mappa è aggiornata ogni 5 minuti. CLICCA tasto RELOAD per aggiornare!
Fonte:
Space Weather

Questa è una mappa informativa che può essere usata da comunicatori radio professionali e amatoriali per determinare il massimo delle frequenze usabili per ogni percorso mondiale al momento indicato in UTC (Zulu).

Linee di contorno rosse appariranno sovrapposte sulla mappa MUF nelle zone illuminate dal Sole
se in presenza di livelli di portata dei raggi X capaci di produrre fadeouts (dissolvenza) delle onde corte.
Quando accade ciò, le linee di contorno rosse rappresentano la frequenza più alta (in MHz) che può essere assorbita dai raggi X dei forti brillamenti solari.
Usa queste informazioni insieme con la nostra nuova Mappa dell’Assorbimento dei Raggi X per determinare le frequenze e i percorsi più opportuni per evitare l’assorbimento durante i forti brillamenti solari X.

Il MUF per ogni percorso di 3.000 chilometri può essere determinato trovando il punto centrale
(o punto di mezza via) del percorso ed esaminando il MUF di quel punto centrale sulla mappa.
Tutti i contorni sono dati in MHz.

Per il percorsi di 4.000 chilometri, moltiplica i valori di MUF per 1,1.
Il MUF dei 4.000 è determinato poi al punto centrale del percorso desiderato.

Per lunghezze di percorso più lunghe, dividi il percorso in uguali segmenti di 3.000 o 4.000 km
e calcola il MUF che corrisponde ai due punti centrali che sono 1.500 o 2.000 km da ogni fine del percorso.
Poi seleziona il più basso di questi due MUFs.
====================================================
La mappa mostra le zone-radio soggette ad aurore boreali/australi come linee verdi vicino ai poli.
L’area all’interno delle linee verdi è nota come zona aurorale.
I segnali radio passando attraverso queste zone aurorali subiranno una forte degradazione da assorbimento.
====================================================
Il simbolo del Sole giallo vicino all’equatore indica dove il Sole è allo zenith in quel momento.
====================================================
Le regioni del mondo dove il Sole sta sorgendo o tramontando è delineata dalla linea grigia
che è più vicina al simbolo di Sole.
====================================================
La seconda linea grigia definisce le regioni del mondo dove il Sole è precisamente 12 gradi sotto l’orizzonte. Questa linea definisce la fine del crepuscolo nautico. Al di là c’è la notte.
====================================================
L’area tra le due linee grigie (ombreggiata tra il settore giorno e il settore notte) è nota come finestra Grayline
e ha un significato speciale per i radioamatori in quanto i segnali che viaggiano nella regione della grayline spesso esperimentano miglioramenti significativi in propagazione a causa della perdita della ionizzazione nella regione-D (da 40 fino a 90 km d’altezza, attivo attorno alle ore centrali del giorno)
in conseguenza del sorgere e tramontare del Sole.
I segnali con frequenze più alte sono capaci di viaggiare alle più grandi distanze con meno attenuazione quando sono all’interno della grayline, perché le più alte regioni-F (oltre i 130 Km d’altezza) della ionosfera rimangono fortemente ionizzate per periodi di tempo più lunghi.

Tratto da SETI ITALIA Team G. Cocconi
Traduzione dall’Inglese di Bruno Moretti Turri IK2WQA (ex IW2EVA), SWL I2-3441MI

Rispondi